ANGELO PORAZZI GAMES TOUR 2004





Cippacometa, Warangelo, Nova, Sargon, DaveWho e sotto Topo e Sil-SdP celebrano la copia N.1 di PEACEBOWLSIX andata al Re Sargon, il nostro Tom Vasel nazionale. Notate il campone esagonale che permette di giocare fino a 6 giocatori contemporaneamente.



Sera di sabato: WarAngelo, Piero Cioni e Carlo Rossi pronti per partire con il PITCH CAR di Rich di Stelle e Gufi. report delle tre gare qui a destra!:)



Pierone all' arrivo con la sua gialla Minardi alla gara 1. A destra un close up di PeaceBowl Six dove i Viola Mezzelfi han gia' preso la palla, i verdi Goblins in primo piano han gia' subito il primo atterrato, sulla sinistra arrivano i Flying Smokers of the Impossible, sopra schierati i Solari e le WarBestie e in basso a destra una civetta Gialloviola delle Athene Noctue di Giorgia.
GIOCAMODENA 17-18 aprile 2004

Prima Con del 2004 a cui pertecipo, GiocaModena, (ex MiniMod) confermal' ottima organizzazione del 3M capitanato dal Keps e ottimamente comunicato dal Liga anche su IHG. Per il weekend che ho vissuto nell' area Boardgames, tra Tana dei Goblins e affluenza di IHGers poteva chiamarsi "la Tana degli IHGers": un numero di giocatori del gruppo davvero notevole!
Per me tante partite un po' a tutto, dal vecchio ma sempreverde Warangel che ha rivisto il "vecchio" Nova conosciuto a una delle prime GiocaVercelli dal Vigiak, la prima storica partita "Warngelo-Liga", il Bussetti che era rimasto alla 3a Generazione e vedendone 9 piu' la 10a in playtest voleva accendere un mutuo, idem il Lucca Carlo che comunico' l' ottima recen negli USA di Warangel del Noah Kolman, al Cippacometa della Tana che si e' amorevolmente massacrato col Dave Who in un Fantasmi-Gladiatori da "diamocele e volemossebbene"; al PeaceBowl giocato in tante demo tra cui quelle con Kynoppi, gentile signora e le nipoti gemelle di Maggi di Venezia che hanno allegramente "spianato" i fiorentini, a quelle con Bussetti, Ponz e altri 3Mers che son subito "entrati nel gioco" come il Dugo che ho salutato a fine fiera; alle prime copie del PeaceBowlSix, la prima a Re Sargon con foto storica presto sul sito che si e' visto disegnato in forma di Adad Sargonide.
Noctua si e' commossa vedendosi col suo Richard sulle pagine del
regolamento di PeaceBowlDelirium:)
Divertitissimo a Pitchcar portato da Rich di Stelle e Gufi a cui abbiam fatto un tre partite di fila con vari partecipanti tra cui ricordo lo stesso Rich, il Cioni, Carlo Rossi, il Goblin, Lobo,
Cippacometa, Favar sempre della Tana, DaveWho, Warange o... eravamo davvero in tanti, non ricordo tutti!
La prima dominata da Rich sulla sua rossa Ferrari, tallonato da Cioni sulla gialla Minardi per due giri e mezzo e poi vinta da Dave Who sulla verde Jaguar, la seconda vinta dal Warangelo sulla Blu con un sorpassone all' ultima curva e la terza vinta dal Favar con The Goblin e Warangelo che si sono "sportellati" per tutti i tre giri (con sorpassi anche "sopra" le macchine!" e il Verde che si e' ribaltato esattamente sulla riga del traguardo arrivando comunque secondo tra i boati del pubblico pagante:) Divertitissimi tutti, come bambini sulla spiaggia a giocare a biglie.
Tra una demo e l' altra sono riuscito a veder il nuovo gioco di carte
di Piero che mi ha dato il suo vecchio Tortuga a prima vista molto bello, la nuova versione di Feudo del Papini, con mappa piu' "geografica" e meno astratta che vidi a Lucca, il Finstere Flure di cui mi strapiace la grafica e l' idea di "costruire" i mostrini vaganti, il partitone a Titan con Lobo titanato ai primi turni, e l' epico Circus Imperium a cui c'erano non so quanti partecipanti, credo 14, davvero fico, dove invece Lobo ha mozzicato tranci di carne e pezzi di carri, vincendo;)! Mi ha fatto un gran piacere conoscer un po' meglio Cippacometa, Topo e Favar che si uniscono alla "schiera" di altri Goblins che ormai vedo da anni a ogni Con che giro.
Memorabili i "I fantastici racconti di Piero Cioni" all' una di notte con Liga dormiente appoggiato alla macchina, Dave e Angelo in lacrime e Sil SdP che ci aspettava in birreria, ottima la pizza.
Rivista la Serenella che organizza Ludika Viterbo, il Capriata che giocava a Heroclix, credo sia impossibile ricordar tutti: GiocaModena: piccola ma piena di bella gente:)
Il 2004 ludico e' iniziato ottimamente, in un bel clima "comunitario"
e amichevole dove ho rivisto volentieri le vecchie colonne come Liga, ospitale quanto efficiente sul campo, e molti nuovi giocatori.
Prossimi weekend: a Torino Comics dalla Parvati, l' 1 e il 2 a LudicaMente da Berzoni a Mantova: l' 1 torneo Nazionale di PeaceBowl e il 2 amichevole di Warangel, coppe gentilmente offerte da Berzoni e C!:)
Ciao a tutti e a presto
Angelo




Vigiak 3M Vercelli, Zib del Flying Circus, Federica Parvati 3M Torino e WarAngelo, aprono le danze con PeaceBowl.

Bonz, Vittorio, Diego e Genzo di Casale Monferrato, si trasformano in un Artropode, un Fluido, un Colono e un Gigante e danno vita a una bella partita di Warangel Card Game.



Area prototipi con Morsac, Francesco Rotta, WarAngelo, Wallower e Piero Cioni. Tra Cavallette, Squali e Aerei, ce n' e' per tutti i gusti.



Wallower Gigante contro Parvati Aquila "supervisionata" da Piero Cioni. Due generazioni di giocatori si incontrano con il classco Warangel con pedine in legno. Il report del titanico scontro qui a fianco!
TORINOGAMES 24 aprile 2004

Sabato 24 aprile sono stato gentilissimamente ospitato da Federica "Parvati" e dai ragazzi del 3M di Torino nell' Area Ludoteca degli ampi spazi di TorinoGames, al Lingotto Fiere.
I Games sono una parte di Torino Comics.
I fumetti sono stati traino di manifestazioni storiche come LuccaComics&Games che prima era piu' Comics che Games ma dove ora i Games hanno piu' spazio dei Comics:)
Se la tendenza e' questa, spero che il lavoro dei tanti che credono con passione nei Games in Italia venga premiato; per me veder il Federico KDS Faenza che presenta nella sua Torino i suoi giochi importati dalla Germania con stampato sopra il suo marchio, e' un bel segnale che, insieme a tanti altri positivi, mi fa ben sperare.
Il Lingotto non ha potuto che ricordarmi la prima volta che lo visitai quando, nel 2002 con Hasbro, presentammo li' il Warangel Card Game insieme al Jerry Scotti che promuoveva i giochi Hasbro insieme ai bambini delle scuole ospitate.
Come "feeling", ospite all' interno di un' area ludoteca, in una location fieristica, tanta gente ai tavoli, mi ha ricordato la prima edizione di EgiExpo, l' anno scorso a Genova, quando il gentilissimo Fasce mi ospito' all'interno dell' area ludoteca del Circolo Labyrinth.
Bello, organizzato molto bene, Parvati e' stata un' ottima "padrona di casa" che ha subito messo in contatto, presentato le persone, cosa che per fortuna sta diventando consuetudine di molti organizzatori: "questo e' quello e fa questo, piacere", piccoli gesti "naturali" per molti, che servono ad aprire le porte della conoscenza reciproca e della comunicazione.
Mi ha fatto molto piacere avere seduto al tavolo di PeaceBowl il Vigiak, una delle colonne del 3M di Vercelli che insieme a Parvati e a Zib del Flying Circus ha dato vita al primo incontro dove ho "intravisto" la potenzialita' offensiva della Federica... Carina e gentile ma quando gioca e' davvero competitiva, semplicemente efficacissima! Dopo aver "sdraiato" la difesa di Vigiak che era schierato di fronte a lei, lo ha infilato con una bella corsa centrale, aprendo le danze al resto della manifestazione.
La mattina, il li' presentato Warangel Card Game, viene ripescato da un gruppo di ragazzi di Casale che, dopo essersi scaldati con PeaceBowl con me e Morsac, han dato vita a un' incontro dove si son divertiti non poco: ho dato le prime "dritte" e poi il gioco e' stato facilissimamente "autogestito". Seppur indirizzato a un pubblico giovane (altrimenti Hasbro non lo avrebbe scelto per il giovanissimo meracato italiano!) vedo che il Warangel Card Game ha tuttora la possibilita' di piacere anche alla giusta compagnia di "Gamers".
Va affrontato con lo spirito giusto e interattivo: se nel gruppo vi sono bambini o ruolisti o giocatori a cui ancora piace usare la fantasia, viene naturale "impersonificare" le varie creature del gioco e "visualizzare " le varie scene di trattativa o di battaglia che si possono verificare, la vera essenza di questa tipologia di giochi. "Immaginare la scena" e interpretarla con il giusto spirito ludico e' cosa che risulta estremamente divertente, elemento che manca ad altri giochi piu' di ragionamento ma meno interattivi.
Della stessa tipologia del Warangel Card Game, e ancora piu' "mad", e' stato il "Si', mio oscuro Signore" gioco di carte creato dai ragazzi del Flying Circus, li' presentato in monocopia autoprodotta in B/N, che merita, sicuramente una bella (almeno) autoproduzione.
Gradevolissima la grafica e la creativita' delle illustrazioni ma soprattutto il coinvolgimento dei partecipanti che devono impersonificare dei "servi" di un oscuro signore alle prese con scuse fantasmagoriche per giustificarsi di fronte al loro sovrano. Dave Who, Teo Mora, Zib, piu' altri ancora con Lord Max che masterizzava, erano letteralmente "presi" dal gioco che e' stato un gradevolissima scoperta.
Tra un prototipo e l' altro, grande compagnia di IHGers: Luca Cerrato con il Go, Rotta con i suoi Konos colorati e l' immancabile Forma e Colore, Pierone Cioni, Morsac, Wallower, riuniti allegramente intorno alle teglie di focaccia alla ricotta gentilmente prodotte e offerte da Mamma Parvati.
Incommensurabile sia il pensiero sia il risultato:)
Di fianco al tavolo del Flying Circus prende vita una partita di Warangel per certi versi storica: la giovane P arvati sfida l' anche lui papa' Wallower in un catastrofico Aquile-Giganti, due supereserciti che possono fare un gran male. Wallower con Montagne, Lave e Uragani schiera per primo e parte all' attacco. Parvati viene prontamente "adescata" da Piero Cioni che superesperto delle Aquile (l' esercito che vinse al primo Torneo di Bologna, la sua citta') le suggerisce una disposizione difensiva pressoche' impeccabile.
Gli Uragani arrivano e fanno male ma le Aquile, piu' veloci, riescono a punzecchiare i catastrofici opponenti, colpendoli a frecce e artigliate per poi ripieganre sempre piu' verso l' interno del loro territorio dove ancora si vede il Grand Canyon e dove ora la Faglia di S. Andrea ha staccato tutta la California, riducendola a un' isola.
Ho ancora nelle orecchie i tiri di Parvati " Freccia!", "Artigliata!", "Corpo a corpo!" che ad uno ad uno riducono a strisce di carne i seppur colossali Giganti di Wallower.
La giovane Aquila e' un' ottima promessa, ve lo assicuro!
Ci si commiata da tutto il 3M, ringraziando per l' ospitalita', un saluto a Keps che reduce dal suo ottimo GiocaModena era in visita a Torino, un saluto a Lobo Faenza cui "devo" prendere, anche solo per stima, il bellissimo "Qualcuno deve pur perdere" (giocato la domenica con le mie tre bimbe + nonni, divertitissimi a "scaricare l' asino"! insieme al Tortuga e Crazy Rally del Cioni), salutati altri Warangels un po' da tutt' Italia, si riparte con un tramonto bellissimo con lo Skyline di Superga e si saluta Torino. Tutti pronti per i tornei di LudicaMente, a Mantova, gia' settimana prossima!
A presto, Angelo

Indossate il respiratore: stiamo per immergerci nei Dungeons delle Cantine Gonzaga, sotto il bellissimo castello di Mantova, una delle umidissime ma fichissime locations dove si e' tenuta LudicaMente 04.


Nell' Area Autoproduzione nata come idea su
IHG, Javest con il sui Cage of Stone, Fraroberto, Lucas e Nussy, tutti prodi IHGers. Sullo sfondo Il Gabriele Berzoni efficacissimo "organizzartore sul campo e su IHG" accanto a WarAngelo (e a una bionda...).


Torneo Nazionale 2004 di PeaceBowl: Antonella (Miss Rincewind), Sabina, Matteo e Rincewind aprono le danze e le matte risate.


Graziella, Elia, e Michele, (tipica "famiglia ludica" da Jesi), "gufano" la "pescata" di carte di Dave Who schierato di fronte a loro.


Premiazione di PeaceBowl: da sinistra Dave Who, Matteo, Guglielmo, ottimo Presidente di LudicaMente 04, la famiglia Rincewind, Michele, Kynoppy, Graziella, Sabina, Miss Kynoppy e WarAngelo tra Andrea e Michela, altra "coppia ludica" da Legnago.


Al torneo amichevole di Warangel, Pierone Cioni affronta le Sirene di Antonella, sullo sfondo, i Ninja di Dave contro gli Artropodi di Rincewind.


Giorgia Noctua "tratta" con Berzoni il Terzo Trofeo "perche' le piace di piu' quello di Bronzo"...:) Da sinistra Rich, Noctua, Gabriele Berzoni, WarAngelo, Guglielmo e il Dave Who.

Il trofeo "Warangel ad Honorem" a Piero Cioni, massimo divulgatore dell' ormai storico gioco. Peccato non si veda la posizione da "putti" con la gambetta tirata su dei due "angioletti Rincewind" che incorniciano la pittorica scena.

LUDICAMENTE MANTOVA 1-2 maggio 2004

Piaciuta tantissimo, la location di Mantova non puo' che sorprendermi sempre di piu' perche' puo' battersi solo "con se stessa":)
L' anno scorso, alla prima edizione, il "cuore"' della Manifestazione
io l' ho percepito in Piazza Virgiliana, all' aperto, in mezzo al verde, dove, grazie ai gazebo, venivano segnalati i vari eventi al Palazzo del Mago e nelle tante altre Location della citta'.
Quest' anno il "baricentro'" della manifestazione, era leggermente spostato verso la zona del Castello: la gente entra in Mantova prevalentemente da P.za Sordello e da li' veniva "incanalata" ne "Dungeons" delle Cantine Gonzaga dove era concentrata buona parte dei Giochi da Tavolo; i "Dragons" eravamo tutti noi che abbiamo dato vita alla manifestazione, organizzando, dimostrando, partecipando.
Il tempo e' stato clemente e ci ha regalato il sole poiche' se le piogge fossero persistite nei giorni della fiera, le Cantine Gonzaga, gia' umidissime di loro, credo sarebbero state purtroppo inospitali per esseri non dotati di branchie, seppur bellissime da vedere:)
Sempre eccellente la cordialita' di Gebriele e Guglielmo che sono veri "padroni di casa" gentili e disponibili anche a trovar pernottamenti ad amici presentatisi durante la fiera stessa.
Tra le arcate delle cantine che delimitavano la nostra zona han preso ita vari "eventi" e incontri tra cui i tre da segnalare sono
- l' Area Autoproduzione,
- il Torneo Nazionale di PeaceBowl sabato e
- il Torneo amichevole di Warangel domenica.
Mi piace sempre di piu' il "clima" amichevole e collaborativo che si instaura tra gli autoproduttori che ho il piacere di conoscere e che si riuniscono accanto ai miei tavoli: questa volta da segnalare il Javest, ottima persona, pacata e concreta, che ho visto in azione con il suo Cage of Stone giocato insieme a LucaS, DaveWho e Fraroberto, Dave con il suo Stones al test con molti giocatori, Ivan conosciuto a TorinoGames che e' venuto a ritrovarci li' con il suo prototipo che ha spedito al Premio Archimede, Pierone Cioni che con il bellissimo NestQuest e SharkPark ha attirato non poche persone.
Questo e' secondo me lo spirito giusto: partecipare, conoscere e conoscerci.

TORNEO NAZIONALE PEACEBOWL 2004
Mi e' piaciuta molto la capacita' aggregativa del Torneo di PeaceBowl che ha riunito attorno ai tavoli: scapoli e fidanzate, famiglie con prole, uomini e donne, grandi e piccini, un vero "collante" tra giocatori di tutt' Italia.
20 i partecipanti: dalla Lombardia, dalla Toscana con il gruppo di Kynoppy, Lazio, Marche e Veneto per dar vita a un degno "nazionale".
Un po' di punteggi al termine dell' "Irreguilar Season" per verificare l' impresa dei 4 finalisti:
Giocatore, Punti fatti, Punti subiti, Vittorie:
Dave Who 14 - 4 - 2
Licia Peperoga 10 - 10 - 0
Paperoga 4 - 7 - 0
Giorgia 2 -1- 0
Richard 2 - 0 - 0
Pietro 0 - 3 - 0
Lucia 1- 1 - 0
Graziella 3 - 6 - 0
Michele 7 - 1 - 1
Elia 0 - 12 - 0
Antonella Rincewind 10 - 3 - 1
Rincewind 1- 8 - 0
Sabina 6 - 10 - 0
Matteo 3- 6 - 0
Francesca 3 - 4 - 0
Marco 14 - 4 - 2
Samantha Kynoppy 16 - 9 - 2
Kynoppy 1 - 3 - 0
Alba Saranga 4 - 5 - 0
Roberto Saranga 7- 5 - 1

Gli "outsider" sono stati senz' altro - la "Miss Kynoppy" Samantha che ha segnato il record di punti fatti, 16! una vera macinatrice di mete con i suoi Flying Smokers of the Impossible
-la "Miss Rincewind" Antonella che mentre gli altri si schernivano tra canti goliardici, cheta cheta, segnava punti su punti,
-Marco da Verona, conosciuto li' in Fiera che e' subito entrato nel
gioco concretizzando ben due vittorie, 14 punti fatti ma che non ha
potuto partecipare alla finale pienamente meritata.
La finale viene rinviata a domenica (il tasso di umidita' nelle cantine, la sera, rischia di dare spinta idrostatica:)) e la sera di sabato ci si trova tutti di fianco al Palazzo del Mago insieme a Gabriele e Guglielmo, organizzatore e Presidente di LudicaMente, per la Tavola Rotonda sull' Autoproduzione. In realta' e' stato anche li' un "Gioco di Tavoli" stile Tangram: prima, per il cenone, "Tavola Allungata" stile matrimonio (le "coppie ludiche" erano tante, buon segno), poi "tavole raggruppate" per poterci parlare piu' comodamente.
Giusto elencare i partecipanti a questo evento per certi versi "storico" che segna l' interesse e la voglia di autoproduzione anche
per solo "spirito artistico e creativo" di tanti giocatori. Schierati partendo dalla mia sinistra: Javest, Lucas e Anna, DaveWho, Paperoga e Licia, Sabina, Matteo, Kynoppy e Samantha, Rincewind e Antonella, Giorgia e Richard, Ivan e Jessica, Guglielmo, Gabriele piu' Saranga e famiglia che han cenato con noi.
Inutile fare un report: gli interventi degli interessati che hanno partecipato credo perderebbero ogni "emozione" se trascritti come sul resoconto dell' assemblea condominiale:) Chi e' interessato partecipi e conoscera' di volta in volta, quello che c'e' da conoscere.
Dopo una notte di riposo, si torna nelle Cantine par la Finale di PeaceBowl: ecco i 4 Campioni che entrano nell' Arena della Pace: la Samantha Kynoppy dalla Toscana, l' Antonella Rincewind, il campione in carica (vincitore al torneo ai Giochi Sforzeschi) Dave Who entrambi dalla Lombardia e dalle Marche il Michele da Jesi, gia' partecipe al primo Torneo Nazionale di ModCon, che "strappa" il 4 posto disponibile a Saranga per la differenza di Punti Subiti.
Il risultato finale dell' epico scontro, tra boati del pubblico, scherni foto e risate, e' il seguente:
- 1o Posto e Trofeo Dorato a Michele da Jesi con i suoi rossi
"Redskins": 7 punti fatti, 4 subiti
- 2o Posto e Trofeo Argentato a Antonella Rincewind con i suoi verdi "Greensalata": 4 fatti, 1 subito
- 3o Posto e Trofeo Bronzeo a Dave Who con i suoi "Funghi Procini" (Funghi incrociati con Procioni): 3 fatti, 6 subiti
- 4o Posto e trofeo in tedesco ad honorem a Samantha "Sami" Kynoppy con i suoi "Flying Smokers of the Impossible": 0 fatti, 3 subiti.
BELLISSIMI i trofei messi in palio dall' organizzazione (ringrazio insieme a tutti i partecipanti), molto apprezzati anche da chi semplicemente li ha visti in bella mostra sui tavoli.
Dovuta pausa pranzo e poi Torneo amichevole di Warangel tra novizi e "campioni storici" del calibro di Piero Cioni, il primo che con gli organizzatori di Ludex 2000 Bologna, premio' Warangel come Miglior Gioco Italiano, onorificenza che precedette il Best of Show a Lucca, nello stesso anno.
Essendo torneo amichevole (vinto ai punti da Rich), tutti d' accordo a dare al Piero Cioni il trofeo dorato "ad honorem" per il lavoro svolto negli anni, dalla prima pubblicazione del 96 ad oggi, nel supportare e diffondere Warangel: una colonna vivente.
Trofeo argentato al "nuovo acquisto" Rincewind che, forte delle serate alla ludoteca Citta' del Gioco, ha vinto due volte su due anche qui a Mantova conseguendo ai punti il 2o posto; molto belle le pedine che ha dipinto, sia i devastanti Artropodi sia le eleganti Sirene.
Trofeo Bronzeo a Rich e Giorgia, coppia ludica nata "grazie a PeaceBowl" presente ormai a tante nostre manifestazioni.
Saluto e ringrazio tutti i ragazzi dell' organizzazione e ricordo velocemente tutti gli altri IHGers e Kilisti trovati a Mantova, da Beniamino, a Lord Max, a Capitan Angi, a Federico KDS Faenza, a Leopoldo che faceva le interviste, a Mario Papini, a Max Bendia, ai Warangeli di Legnago, ai PeaceBowlers di Como, ai tanti che sicuramente non ricordo.
Unico suggerimento per il prossimo anno: le cantine sono FANTASTICHE da vedere e per giocarci di ruolo dal vivo, meno per star fermi a far dei tornei di Giochi da Tavolo: per eventi statici meglio location meno umide: il Palazzo del Mago della prima LudicaMente lo trovo piu' adatto.
Per il resto qualche servizio igenico in piu' e poi promuovo a pieni voti tutta l' atmosfera e l' accoglienza della magica Mantova.
Complimenti a Gabriele, Guglielmo e tutto lo staff: continuate cosi':)
Grazie a tutti voi Ciao Angelo

Lord Max del Flying Circus, uno degli autori di SOS Si Oscuro Signore, al tavolo di PeaceBowl con WarAngelo Matteo "Garson Poole" e Kety.

Un gruppo di Felini (arancioni) tenta l' invasione nel freddo territorio dei Fantasmi, una porzione della Russia della Vecchia Terra. Al centro l' ampia zona rosa radioattiva che cela i resti della megalopoli moscovita e in primo piano la catena degli Urali, ghiacciati nella parte piu' a nord. Andrea di Vercelli, chiede consigli sulla contromossa: difendersi o controinvadere nell territorio africano dei Felini.

Gigi Iorno, WarAngelo e Alessia al CartoonFestival nell' area gestita dalla sua ludoteca La Citta' del Gioco.

Il grande palco dove si sono visti gli artisti dello Zelig presentare i ragazzi vestiti come i più amati eroi dei fumetti.

GIOCAVERCELLI 30 aprile 2004

CARTOONFESTIVAL 31 aprile 2004


Bellissimo weekend ludico: sabato da Milano si prende l' A4 direzione Torino per partecipare all' invito di Vigiak e del 3M a GiocaVercelli e domenica sempre A4 ma in direzione opposta per partecipare al CartoonFestival di Montichiari dove i buon Gigi Iorno mi ha invitato nell' area dedicata alla sua ludoteca La Citta del Gioco all' interno della fiera.
A GiocaVercelli si ritrovano molti 3Mers, ovvero molti amici del club ludico 3M che da anni sta supportando il gioco da tavolo in italia con tante manifestazioni: dalla Minimod, alla GiocaModena, a TorinoGames con il gruppo della Parvati, alla ormai storica ModCon.
Con molto piacere trovo li' a Vercelli il Myszka (IHGer di Roma, conosciuto proprio a ModCon) e altri tre giocatori sempre di Roma che saranno i rappresentanti dell' ormai tentacolare club 3M nella Capitale.
Ottimo direi, poiche' vedo che il "network" fatto di persone vere, si sta facendo sempre piu efficiente e collaborativo, nel senso più vero del termine: la Tana dei Goblin di Roma e' ora connessa col 3M, con IHG, con la Citta' del Gioco di Milano, eccetera eccetera, insomma i vari "gruppi di gioco" stanno diventando sempre meno "chiusi" e sempre più aperti ai tanti altri gruppi di gioco che prima nemmeno si conoscevano tra loro.
Vedo tante persone sempre meno pigre, chiuse nel loro piccolo gruppo di amici, che si muovono e partecipano, conoscendo nuovi giochi, nuovi giocatori, conoscendo sempre più dal VERO e non per sentito dire il nostro mondo di appassionati.
E cosi' capita che al tavolo di PeaceBowl arrivino nuovi IHGers di cui realizzi che sono IHGer solo dopo, come il Matteo Poole:) e la sua ragazza, altri giocatori di Vercelli mai visti alle scorse GiocaVercelli che vengono a giocare Warangel e come la stragrande maggioranza dei giocatori nuovi (rimasti alle prime 10 razze uscite in edicola nel 96), ora strabiliano di fronte alle 90 razze montate sulle pedine in legno:)

Molto contento di aver visto PeaceBowl apprezzato sia dal gruppo con ragazze, sia dal gruppo di giocatori piu' esperti come quello di Myszka e 3Mers romani, molto contento di aver visto il parto di Stones il gioco autoprodotto di DaveWho che da un annetto mi accompagna in giro per fiere, molto contento di aver giocato a SOS (Si Oscuro Signore), il gioco sempre autoprodotto del Flying Circus.
Entrambi sono molto belli, entrambi meriterebbero una bella produzione: le pietruzze colorate di Stones attirano moltissimo e le
risate che si creano a una partita di SOS attirano in modo diverso ma altrettanto efficace:).
Nella partita post cena con il Vigiak, Keps, Spento, Scuro, Ciuffo, Dave, LordMax, alcune rispettive consorti e altri giocatori, si da' vita a un' epica partita con Lord Max che "Masterizza" ovvero fa l' Oscuro Signore, mi nomina capo goblin e io che devo"coordinare" le epiche gesta della mia banda goblinesca composta da Spacca, Dave, Keps e altri verdognoli che con le scuse piu' strane cercano di non attirare le ire del loro cattivissimo Master.
Tra Angelo e Keps che recitavano con voce Goblinesca ( fisicamente Keps è un Goblin gia' piu credibile rispetto a me ma se anche Sil è un Goblin allora posso farlo anch' io:)), Draghi Busoni, interfono che non funzionavano, specchi riflessi e spade lucenti la partita è stata sospesa per cessazione di energia elettrica nel PalaRoller alle 2 di notte!:)

Un saluto alle mie tre bimbe domenica mattina e poi insieme ad Ale (la più grande) e a Dave, si parte per il CartoonFestival di Montichiari. L' Area Fieristica e' pittosto grande e bella, forse troppo grande per una domenica di sole vicino al Lago di Garda...:)
Mi ha stupito l' organizzazione con Televisione, palco con i Pali e Dispari ( i comici dello Zelig) che presentavano i tanti ragazzi vestiti da eroi dei cartoons, l' affluenza di nuclei familiari, trascinati dalle bambine che volevano vedere lo stand delle Winxs o dal papa' che voleva prendersi qualche gadget di Gundam:)
Ospiti nell' ampissima area Ludoteca gestita da Gigi e dagli altri ragazzi della Città del Gioco, ci siamo trovati benissimo, come ogni giovedi sera quando andiamo a trovare Gigi qui a Milano nella sua grande ludoteca in Via delle Forze Armate che raccoglie tante persone quanto una piccola "con":)
Molto diverso il pubblico rispetto agli appassionati del giovedi sera o ai 3Mers, IHGers che trovo in giro per manifestazioni: qui sembrava di esser in una fiera di paese con tutte le accezioni piu positive del termine. Gigi che al microfono richiamava i giocatori ai vari minitornei che si tenevano, tante famiglie sedute a giocare i giochi più tipic i da ludoteca o a quelli più conosciuti grazie alla pubblicita' TV come quelli della Hasbro o Preziosi, molti personaggi in costume che attiravano la fantasia dei tanti bambini pieni di premi vinti ai tanti torneini: Dave è riuscitio a portarsi a casa anche l' Hamtaro di Peluche:)!
Insomma la prova e' che in Italia c'e ancora tanta, tantissima strada da fare, ma ci si può divertire tanto a crescere con la gente.
E se i giochi da ludoteca e piu' conosciuti grazie alla pubblicita' in
TV sono sempre i piu' giocati dal "giovane pubblico italiano", e'
anche vero che un gioco autoprodotto che tanti di voi conoscono e
apprezzano come PeaceBowl, si sta facendo notare sia sulle classifiche specializzate come quelle di Giocabolario, come quella della Tana dei Goblins e nella Top Ten della Ludoteca La Citta' del Gioco, la più grande in Italia.
http://www.lacittadelgioco.it/
Morale: nessuno dice che sia facile, ma per chi si diverte a fare questo tipo di attivita' e persiste con passione a fare e partecipare,
il ritorno in energia c'e'. Non pensate assolutamente che le cose si
facciano da sole: il mondo lo fate voi, non qualche entita' astratta, e se fate le cose fatte per bene la gente alla lunga vi conosce per quello che siete e sapete fare.
Se attaccate stupidamente, difficilmente riceverete carezze ma se vi comportate rispettando gli altri e facendo dei buoni lavori sicuramente apprezzeranno ciò che sapete fare. E probabilmente vi inviteranno alla prossima edizione di quella manifestazione o nuovi organizzatori vi inviteranno per nuove Con, come mi è successo in questo weekend per MosquitoGames, ArmoniaCon o GobCon3: la trovo una buona dimostrazione di fiducia in quello che sai fare e dare agli altri:)
Non so se potro' partecipare a tutte, ma gia' da ora ringarzio gli organizzatori che mi hanno contattato per invitarmi:)
Ciao! Angelo

Roma! Ospite del Sil SdP e di Vincio Spina alla ludoteca Overtime, bellissimo weekend come si evince dal cielo:)

Il lungo viaggio in treno allietato da Stones di DaveWho e dai bimbi italo irlandesi che giocano a PeaceBowl:)

L' Overtime tutto per noi, prima dell' orario di apertura.

La sera, Lucilla e Vincio divulgano il verbo mentre dietro WarAngelo incontra DeRuvo e altri Warangels di Roma.

Una simpatica "Famiglia Ludens" cosi' rara in Italia e cosi' comune in altri paesi dove il gioco non e' visto solo come "cosa per bambini" ma momento di aggregazione per tutta la famiglia, appunto:) In questa partita a Warangel Card Game vince Valerio l' Artropode mentre Vincio interpreta la Donna Fiore con voce suadente e tipico saluto aggraziato...!

Mentre i Fantasmi neroverde di Simone spennano le Aquile biancoblu di Valerio, viene a trovarci il Marco Calcaterra, noto IHGer e autore della bellissima intervista sul gioco Italiano fatta dal buon Richard Heli per Spotlightongames, grazie per aver citato PeaceBowl:)

http://www.spotlightongames.com/interview/calcaterra.html

Ecco gli ultimi Eroi mentre l' alba fuori e' pronta a sorgere. Grazie alla comunicazione di Vincio, PeaceBowl e' stato visto, giocato ed apprezzato da molti nuovi giocatori di Roma. Se volete trovare e provare il gioco, andate all' Overtime, altre copie stanno arrivando:)

OVERTIME ROMA 12,13 giugno 2004

Come alcuni di voi sanno, perche' sono venuti a trovarci sabato 11 e domenica 12 giugno:), Warangel e PeaceBowl sono stati gentilissimamente invitati da Vincenzo Spina nella sua BELLISSIMA  Ludoteca Overtime, sita a ROMA, diciamo a dx
della stazione Termini, in Via dei Marsi 13.
Dalla telefonata che mi fece Vincio prima di scendere a Roma avevo intuito lo "spirito" della ludoteca: Sport e Gioco uniti insieme perche', come mi disse Vincio e come sostengo da anni, il Gioco e lo Sport sono due dei sistemi aggregativi tra i piu' belli che esistano per far conoscer le persone.
Come sapete ho unito queste mie due passioni in PeaceBowl, un gioco da tavolo dove ho riversato il mio amore per il Football Americano; Vincio riverso' la sua passione per il calcio in Crush, un gioco da tavolo da lui autoprodotto che vidi a ModCon qualche anno fa.
Elementi in comune ce n' erano, ma quando sono entrato in questo
piccolo gioiellino sono stato veramente emozionato dall' atmosfera.
Tavolini per giocare circondati da stampe, gagliardetti, gadgets delle piu' famose squadre di Basket, di Football Americano, di baseball, di Rugby, di F1 con due megaschermi dove abbiamo seguito insieme le prime partite degli Europei di Calcio... Senza praticamente smettere mai di giocare:)
Far giocare Angelo a giochi da tavolo circondato dai caschi dei Miami Dolphins, poster di Ayrton Senna e buoni amici che si mettono a giocare con la voglia di divertirsi e senza preconcetti e' una cosa che fa salire particolarmente il mio apprezzamento per la vita:)
La mattina parte bene con Saranga, prezioso amico tassista e maestro di Go, che mi accompagna in Centrale dove incontriamo il DaveWho, prode compagno di viaggio in questo mio ritorno a Roma. Il suo Stones viene giocato piu' volte sui capienti tavolini estraibili di Trenitalia, prima che una famiglia con due bimbi si mettesse a giocare a PeaceBowl: ebbene si, la nostra carrozza
era un aspecie di minicon dove il gioco ha allietato anche il viaggio
in treno. La mamma era una irlandese che gentilissimamenet si e' messa a dar consigli sul doppio testo italiano inglese sulle carte,  mentre i bimbi (prima tranquillissimi) si massacravano in allegria:)
Arrivati in Termini si viene accolti dal Vincio che ci presenta dall' "apertura solo per noi" il suo fantastico locale.
Descritto sopra, per me da sogno: non paragonabiole in grandezza alla gigantesca Citta' del Gioco qui a Milano ma davvero vibrante di una frequenza ludico-sportiva che per me e' naturalmente perfetta.
Poco dopo veniamo raggiunti dal Sil sdp che ringraziamo ufficialmente per l' ospitalita' notturna.
E ci raggiunge anche la Lucilla, simpaticissima, con la quale intraprendiamo un gioco "interpretativo" come il Warangel Card Game per iniziare la serata ludica.
La Lucilla verra' ricordata nei secoli come "la ragazza con l' uccello
di 35 metri" per il semplice fatto che usava la razza degli Uccelli che ha il Quetzalcoatlus, rappresentato in copertina,  un uccellone drago, appunto, di ampia metratura alare.
Piu' volte Vincio che era il Quadropode dei Coloni, perfettamente
imitava il rumore dei servomotori e poco mancava che il gesso sul braccio si aprisse con un movimento meccanico per svelare arti bionici o armi alla Robocop.
Sil e Dave hanno raggiunto bassezze infime arrivando a contrattare
carte che non avevano o che si scambiavano preventivamente in segreto, e dire che Sil sembra un apersona seria (ma provate a giocarci):)
La sera arriva un gruppo dei Warangeli romani capitanati dal DeRuvo che ha fatto vedere basette dipinte che promettono molto bene. E qui subentra il fattore ritrovo: Vincio e' ben disposto a fare dell' Overtime la "base di riferimento" non solo per trovare i miei giochi ma anche perche' i giocatori romani che mi hanno contattato ma che ancora non si conoscono, possano avere un posto fisico dove conoscersi e incontrarsi.
Dopo la pizza funghi e salsicce che rimarra' nei secoli, si va a nanna: la mattina dopo "si deve" far veder la Citta' Eeterna al buon Dave che armato di digitale batte gli stessi giapponesi che fiumano dal Colosseo lungo i Fori imperiali, fino al Vittoriano.
Li' vicino si recupera Favar da Pisa (Sargon hai capito? PISA:)) e ci
si tartufa in Piazza Navona.
Dopo un romanico pranzetto dalla sciura vicino all' Overtime, si entra in ludioteca, solo dopo che le chiavi vengono recuperate:) Nel
frattempo, The Goblin e Manu, Lobo e altri verdi sono arrivati e si sono accampati in Via dei Marsi, a saracinesca finalmente aperta sciamano come un' unica massa verde nel sacro luogo della ludoteca.
Li' conosco l' intera famiglia Gregori, un perfetto esempio di
"famiglia Ludens", papa' mamma e due figli, che han sentito parlare di PeaceBowl e lo vogliono provare. Bellissimo il "cambio di espressione" specialmente della mamma che all' inizio quasi temeva per l' incolumita' dei pargoli e dopo poco, entrata nello spirito giusto, aveva gli occhietti illuminati quando
giocava Picchia! o contava la Pressione! contro i familiari. Peccato
che le copie che avevo sono andate esaurite il sabato, ma non temete, l' Overtime verra' prontamenet rifornito e lo steso Vincio mette a disposizione della ludoteca la sua copia con dedica e con pedine gia' montate sulle basette in legno incluse in ogni confezione. I ragazzi vogliono poi provare Warangel il Wargame e cosi' menrtre i Fantasmi di Simone spennano le Aquile di Valerio, il Calcio Europeo e' sui megaschermi, ecco il Marco Calcaterra, prode IHGers da anni che ci viene a trovare. Gli presento il Dave Who e il suo Stones e il buon Marco sfoggia tutta la sua arte di consigliatore:) Mi ha fatto molto piacere conoscerti di persona:)
Altri IHGers ricordo Giorgia e il Rich, alternativamente emigranti per
amore lungo l' asse Roma Milano Latina Veduggio, consociutisi guardaunpo' grazie al PeaceBowl e a ModCon, vedete a girar per fiere, potreste anche innamorarvi:)
Poi arriva un altro IHGer: l' Angiolillo con il Wings of War suo e di Paglia, che rivedo con piacere dai tempi del suo Ulysses a LuccaGames, credo:)
Seguono partite a ruota fino alle 4 di mattina, ovviamente Vincio mi
indirizza i gruppi di ragazzi che vogliono conoscere PeaceBowl mentre vedo belle tavolate di Ticket to Ride e Raja, l' ultima di queste viene sospesa per alba sorgente.
Ormai e' tempo di tornare, ci si commiata da Sil e Vincio, ultimi eroi che chiudono l' Overtime e ci si carica sul treno che ci riporta nella bela, vegia Milan.  Torno e cosa trovo? L' Email di Glenda che conferma l' invito per Mosquito Games per il prossimo weekend:) Percio' una via l' altra: settimana prossima si parte per Ravenna, con la solita macchina carica di giochi e la solita voglia di vedere bella gente che ha vogli a di divertirsi.
Ciao Roma, ciao Overtime, grazie mille, ci vediamo a Mosquito Games.
Ah, ovviamente il giove sera siamo sempre in Citta' del Gioco, qui a
Milano:)
Grazie a tutti i giocatori che semplicemente si presentano, conoscono persone e giochi e li comunicano in modo corretto: conoscendo cosi' chi da anni FA il nostro ancora piccolo ma prezioso mondo ludico italiano.
Mettendo in contatto cose e persone, ludoteche e giocatori, facendo conoscere il tantissimo di positvo che viene fatto e viene apprezzato in tutto il mondo.
Conoscenza, correttezza e comunicazione reciproca sono le basi per unire gli sforzi di tutti. Ciao! Angelo

Nientepopo' di meno che Lorenzo Trenti ai tavoli di PeaceBowl, appena arrivati a MosquitoGames: partecipano allo storico incontro anche il Paolo Mori newentry di IHG e la Roberta indigena Ravennate con le sue bimbe.

La regola della "Pressione" liberamente interpretata da Alessio Falco 999 sulla schiena del Trenti. Mentre in coro gli altri giocatori intonano il "countdown" 10, 9, 8..." le ditina di Falco pichiettano il Lorenzo con il comune obiettivo di velocizargli la mossa sussurrandogli frasi tipo "dai... su...forza...presto, presto..." Potete leggere la vera regola della Pressione qui nelle Regole Torneo di PeaceBowl:)

Dave Who mostra il suo gioco autoprodotto Stones al Goblin Eldar: molti sono stati i giocatoriche hanno potuto giocare e apprezzare questa noviota' del buon Dave.

Tavolata serale con il Diego, Matteo e Keti: la PeaceBowlMania dilaga:)

WarAngelo, Ciuffo, Matteo e DaveWho salutano la splendida pineta di Mosquito Games e il mare che potete immaginare sullo sfondo:)

MOSQUITOGAMES RAVENNA - 19, 20 giugno 2004


Moolto bellino, Mosquito Games e' stata una bellissima sorpresa.
Avete presente i giardinetti con gli scivoli e le altalene in riva al
mare, sotto la pineta, stile Rimini, Riccione o Ravenna, appunto:)?
Ecco, proprio li': lunghe tavolate ricche di giochi di vario tipo,
piuttosto piene di giocatori nonostante il bel tempo che invogliava ad andare in spiaggia.
Buon lavoro dei ragazzi del Circolo Ludico Quintet di Ravenna: Glenda, Elio, supportati da 3Mers storici come Ciuffo o Vigiak, supportati da quelli del Flying Circus, ricordo Teo Mora, Lorenzo Trenti o Castellani, dal negozio Raven di Christian Zoli,  e da parecchi IHGers tra cui Ricordo il DaveWho, Matteo Garson Poole, Il Paolo Mori, il Falco 999, che a loro volta hani portato nuovi amici intorno ai tavoli, a vedere e a conoscere quello che c'e' a disposizione per divertirsi.
Allucinante il viaggio di andata sulla tangenziale di Bologna perennemente intasata, menomale che Keti che "abbiamo portato" a Matteo e' stata un' ottima compagnia canora:)
La pineta che ci ha accolto e' stata una bella cosa davvero, perfetta
per rinfrescare i nostri corpicini.
Non si fa in tempo a scaricare che la simpatica indigena Roberta con
le sue bimbe vengono attratte dai colori di PeaceBowl: uno dopo l' altro arrivano il Lorenzo Trenti e il Paolo Mori che ho avuto il piacere di conoscere di persona.
Parte cosi' con un epico scontro titanico sul campo con 4 aree di
meta, la nostra MosquitoGames.
Encomio (o manicomio) a Alessio Falco 999, antico IHGers e preistorico Warangel che ci ha raggiunto ed ha interpretato in modo tutto personale la regola della "Pressione" (leggibile sul sito nelle regole aggiuntive di Peacebowl), mettendosi con i suoi "ditini" dietro la schiena del pressato, sussurrando cose tipo, "dai... muoviti... su, su... dai..." mentre gli altri intonano il count-down, con effeti nefasti per il "pressato".
Nella foto a farne le spese e' il povero Lorenzo Trenti che prima conoscevo solo di fama: ora ho capito il perche' e' cosi' famoso per i suoi giochi interpretativi:)
Giocare con persone di questa pasta per me e' un vero piacere.

Di fianco al nostro tavolo il Dave illustra il suo neonato Stones a vari avventori tra cui il Goblin  "Eldar" che molto apprezza la sua nuova
creatura pietrosa. Come ho avuto modo di constatare nelle tante
partite lungo il viaggio a Roma lo scorso weekend, la versione "astratta"detto senza carte e' immediata e assai godibile: come gia' a Dave, secondo me il gioco puo' benissimo vivere solo in questa versione senza carte, e'mantiene una velocissimo da spiegare e buona profonita' di gioco.

La sera, dopo la mangiatina di rito, arriva un altro indigeno, il Diego, cheperfettamente con Matteo e Keti da' vita a un altro scontro riuscito.
Il "passaparola" in loco, se effettuato, e' un ottimo strumento di
conoscenza: ad esempio il Diego e' stato invitato a Mosquito da Matteo; a questo uniteci il fatto che Diego gia' aveva letto di PeaceBowl sulla Tana e nonostante giocatore piu' portato verso i German Games si e' pienamente divertito.
Ennesima dimostrazione che chi vuole ha tutti gli strumenti per conoscere e divertirsi; chi non vuole resta nel suo orticello e magari si lamenta che le cose qui in Italia sono sempre le stesse... Ognuno fa le sue scelte:)
Io personalmente vedo sempre piu' giocatori che si alzano, girano perfiere o "con" piu' piccole come Mosquito, si informano sulla rete, sono perfettamente in grado di "leggere" le recensioni e con questi vedo che comunicare e' cosa estremamente naturale, costruttiva e piacevole. W i giocatori di mente aperta, che si presentano, conoscono e comunicano.
La Domenica, visto che Mosquito parte al pomeriggio, come possiamo esimerci da un bagnetto e da una partitella a Football Americano sul bagnasciuga visto che Keti "trova" un Rowling  a casa di Matteo?:)
Ah, il Rowling (dopo il WilsonNFL) e' uno dei migliori palloni ovali
al mondo, praticamente ero come un bimbo la mattina di Natale:).
E non e' finita: un' altro ovale e' stato estrapolato dal Ciuffo al
ritorno a Mosquito, con somma gioia del QB WarAngelo, un sano passatempo qualche lancetto tra un boardgame e una sponsorizzasione delle magliette di Mosquito Games con Glenda e un' altra procace ragassuola che si e' prestata all' uopo. Niente in confronto alle nudita' del Vigiak che masterizzava Si' Oscuro Signore terrorizzando con la sua mole e la sua voce gli incauti
Goblins servitori.

Morale della favola: bellissimo weekend estivo tra giochi e bella
gente, grazie infinite alla nonna e alla mamma di Matteo per l' ospitalita' e un caro augurio di ogni bene a questa coppia di giocatori-musicisti: ebbene si' la Keti e il Matteo son due pezzi grossi da concerti all' Auditorium di Milano o da sezione archi del Meneguzzi, non so se mi spiego:)
Brrrravissssimi!:)

Ciao e alla prossima:)
Angelo

CONCASTELLO PONTREMOLI - 26, 27 giugno 2004

Per la ConCastello ottimo report fotografico creato da DaveWho qui:)

http://motorscooter.altervista.org/warangel/concastello2004.html

WarAngelo, Karen, Andreas Seyfarth, Vigiak and Ligabue holding the cups of Warangel National Tournament at ModCon 2004 before real Tournament is played. Andreas was so kind with everyone in the Con, everyone appreciated his familiar feeling and hope our german hosts appreciated italian crazyness:)

Zhu Song facing the ex Champion Richard Doni. This guy from Shanghai perfectly achieved the easy mechanisms of the game and obtained a decisive tie that did not allow to Doni to acced the final matches.

A match of the first Turn of Regulasr Season where Ligabue's Chelates, placed on Tigri and Euphrate's map, dared to invade the iced Groenland of Northeners leaded by Mauro Adorna. On the back you can see Ennio Gambazzi with his Saurians facing Francesco de Ambrogi Chaotics with "screen up" during the secret placement of the armies. On the background see the concentration of Nicola Morrocchi from Dragons Lair of Siena (green T-shirt), facing Corrado Dioda' from Milano who finally won the Tournament.

MODCON MODENA 24, 25, 26 october 2004
Andreas Seyfarth unofficially wins the Warangel Tournament at ModCon 2004!
:)

Andreas Seyfarth unofficially wins the first International (mondial?)Tournament of award winning wargame Warangel at ModCon 2004.
See the pictures of Andreas
holding the 1st Place Thropy, second place Andrea Vigiak, ModCon 3M President and organizer, 3rd place Andreas' wife:).
The author of acclaimed Puerto Rico was the guest star of ModCon 2004 where took place the 5th annual Tournament of Warangel that this year had his first "international" edition.
Zhu Song from Shanghai stops on a semifinal match the current National Champion Richard Doni on a Tie between Athene Noctue and Northeners, two mithological armies.
This epical match allowed to mauro Adorna from Omegna and Corrado Dioda' from Milano to achieve the Final Battle for 1st and 2nd Place. Terrific balanced match between Ghosts of Dioda' that finally get the 3 Resource Points Fortress of Adorna's Barbarians, in their cold Norway territory.
Other Epical Match the terrific victory of Rats of Andrea Ligabue from Modena that won over the Diamonds of Dave Who. This allows to Liga to reach the Third place over the ex champion Richard Doni.
Great Honour to Andreas for reaching us in our greatest Italian Luding Con, for his kind talks to the many gamers that reached him in the three days of the convention that was a real success.
He is a very familiar person: I appreciate his friendly comments so much.
The Con had visitors from all parts of Italy, the Tournament had gamers from many cities, Milano, Jesi, Ferrara, including La Tana dei Draghi from Siena: I'm very proud to meet so many gamers at every new tournament that know each others thank to my games.
Finally I see the hugeness of Di Meglio, Maggi, Nepitello "War of the ring", the number of different miniatures and the courage of this production reveal all the achievements of Italian Boardgame World that is coming out in last years. The thanks on the rulebook back to Alex Randolph, written by authors who have the fortune to work with him, is the thing that touched me more.
Thanks to Sil of Goblins Lair for inviting Andreas and his wife, thanks to the great organization of Club 3M for this great, luding event that confirms ModCon year after year,  as the greatest and best organized convention for Italian (and now not only italian) gamers:)
Next one for me, Essen Fair, booth-number 6-57, see you there:)
Best
Angelo Porazzi

A nice pause with PeaceBowl with a real Wilson NFL hold by Nicola of Dragons' Lair of Siena: The Precious Ball was kindly offered by "Lo Scuro" of 3M organization and security:) Thanks to this gift we had a nice real "Touch Football" match with Massimiliano of Circolo Overlord of Padova , Fantavir , Lo Scuro, and other "Football Guys" in the Basket field inside the Sport Circle that hosts the structures of ModCon. What a great deal!:)

Here is the score table at the end of the regular season with the names of partecipants at 2004 Warangel Tournament, their Town, the total Victory Points and the Total Resource Points, thanks to everyone, see you at Essen;)

Federico Bevilacqua Ferrara: 3 , 24 - Richard Doni Viduggio: 4 , 15 - Mauro Adorna Omegna: 6 , 32 - Dave Who Milano: 3 ,12 - Corrado Dioda' Milano: 6 , 24 - Ennio Gambazza Omegna: 1 , 18 - Francesco De Ambrogi Milano: 1 , 18 - Graziella Santinelli Jesi: 0 , 1 - Elia Trillini Jesi: 0 - 1 - Nicola Morrocchi Siena: 0 , 6 - Andrea Ligabue Modena: 3 - 20 - Michele Finocchi Jesi: 0 , 8 - Zhu Song Shanghai: 1 - 10

Un gran bel brindisi di italiani in terra tedesca, ecco cosa e' stato per me il primo viaggio a Essen. In questa foto simbolo fatta a una della tante cene, da sinistra si alzano i calici di Federico Faenza, Pippo, Gianni Cottogni, Silvio de Pecher, Andrea Ligabue, Carlo Rossi, Alex Zucchini, WarAngelo e di Walter Obert che sta scattando la foto.

I due pesi massimi WarAngelo e Sil fanno capolino dal vano camper sopra il posto guida che e' stato il nostro nido di russate.

Allo stand degli Angelo Porazzi Games 6-57 con Jon Power from USA di Boardgamegeek e Erno Eelschot from Holland.

Ancora da Milano e' passato a salutare il buon LucaS che sempre gentile ed entisiasta portava le illustrazioni della sua Mad4Gamestyle in giro per editori, con il suo posterone di A Games of Thrones che ha gia' pubblicato i disegni di questi meritevolissimi ragazzi: a voi tutti i miei auguri perche' illustrate benissimo e avete in LucaS un ottimo "comunicatore" che sa davvero muoversi bene con tutti, senza mai dare giudizi affrettati e parlando solo di persone e giochi che conosce bene.
Ancora Il Brizio coordinatore di LuccaGames che mi ha gentilissimamente portato ad Essen la piantina con lo spazio dove saro' settimana prossima in Indipendence Bay: praticamente l' angolo dello stand di IB di fronte al quale stavo gli scorsi anni a LuccaGames, dal 2000 quando Warangel vinse il Best of Show al primo anno di IB, al 2003: quest' anno IB avra' uno spazio piu' grande ad "U" di fronte alla zona con i tavoli liberi.
Promemoria per Brizio...: i buoni pasto!:)
Al mio fianco troverete Dave Who con il suo Stones e (credo venerdi') il Dioda' con il suo Italika, tutti autoprodotti. Ci sara' lo spazio coordinato da Rossi e Zucchini per trovarsi tra autori e confrontare i prototipi. Percio' dopo la fantastica, grandiosa Essen, segue la nostra LuccaGames.
Ma non e' finita, dopo ci saranno i Giochi Sforzeschi a Milano...ecc ecc...:)
Un passo alla volta: ora ci si prepara per Lucca, ci si vede la':)
Ciao Angelo

ESSEN SPIEL - 21,22,23,24 october

Bellissima esperienza.
Non ho altre parole per descrivere la mia prima Essen che ho vissuto come un bimbo di 40 anni che va in gita in camper con degli amici a scoprire una nuova realta'.
Un grazie sincero al "gruppo di viaggio" composto da Liga che si riconferma ottimo amico e persona fidabilissima  ma un grazie particolare a Riccardo Gatti, Alex Zucchini e Carlo Rossi per avermi aiutato non poco nell' organizzazione di questa avventura.
Sil-Sdp della Tana ha condiviso il mio cantuccio sopra il posto guida: 200 kili di russate ammassate in meno di 2 metriquadri, un' esperienza indimenticabile:)
BELLISSIMO ritrovare li' alla zona camper gli altri italiani come gli
sbarcati dal camper di Torino come Cottogni e Wallower:) L' abbraccio col "vecchio" Wallower e' stato come quello a un fratello, mi rimangono troppo impressi questi momenti:) Forse perche' e' papa' come me, forse per l' eta' o per il modo di porsi sempre gentile e' una delle persone con cui ho da sempre avuto un' affinita' immediata.
Bellissimo vedere la "processione" di persone ed amici da ogni parte del mondo passare a trovare me e i miei giochi in un degli stand piu' in fondo della fiera. Ero alla Hall 6 dove vi sono i giochi piu' "Fantasy" vicino a uno stand di ragazzi di Friburgo che vendevano costumi per i "Live", persone troppo simpatiche con cui ci siamo aiutati non poco.
A sinistra avevo il Torriani con la "sua" Italerei che si e' fermato tante volte a chiaccherare con me e la cosa mi ha fatto molto piacere.
Pensare che Warangel e' nato con me e lui alla Hobby and Work e
vederlo portare li i suoi amici "internazionali" per mostrargli il gioco mi ha fatto molto piacere. Grande Massimo.
Di IHG son passati a trovarmi una valangata di amici: da Vigiak a sua sorella, a Kynoppy e signora,  Spartaco, Verona e Zucca della Kidult di cui sto leggendomi ora i vari Waz Baraz, Fab Fib e Druids di Colovini (questo mi potrebbe piacere assai ma nella scatola non c' era il regolamento, Spartaco me l' ha promesso: se sei in ascolto...:)), il Silvano che e' arrivato quasi in sincrono con Moritz Eggert di BGG che ha scritto un bel comment di PeaceBowl ed e' stato cosi' gentile di presentare il gioco ad Hans Frey che
ha realizzato la traduzione del gioco alla sua seconda edizione, molto apprezzata dai tanti giocatori tedeschi che se la leggevano prima di acquistarlo.
Come vendite il vecchio Warangel mi ha sbalordito, praticamente
esaurito ed era uno dei giochi piu'cari in fiera poiche' lo fornivo con regole e reference sheets rifatte totalmente in inglese in full color. I giocatori prevalentemente Americani ma anche Olandesi (Fred lo ha gia' votato, grandissima persona)  Greci, Turchi! Svizzeri e  ovviamente tedeschi lo "cercavano" letteralmente con la piantina della fiera alla mano:)
Alcuni come il Butitta dal Wisconsin che Carlo, Liga e Ale hanno indirizzato da me e anche Jim Power "Eye of the Night" di BGG sono arrivati stracolmi di giochi e non sono riusciti "fisicamente" a portarlo via per via della scatola grande e del loro ritorno in aereo. Gia' pronti gli ordini e le spedizioni:)
Ecco: quello del "formato scatola" credo sia un dato importante per Essen per vari motivi: piu' il gioco e' piccolo piu' e' TRASPORTABILE, sia per l' espositore (che ha ovviamente costi di trasporto inferiori, da non sottovalutare) , sia per chi lo deve acquistare, dato non irrilevante perche' in una fiera cosi' grande, la selezione "fisica" dei giochi che puoi trasportare e' importante.
Ora capisco molto bene la scelta dei tanti "formati piccoli" scelti dai nuovi giochi della Da Vinci (ho visto l' ultimo di Donadoni preso da Rossi), l' Oltremare di Ornella preso dal Liga, I vari giochi della Kidult che mi ha "passato" SdP da recensire che hanno giustamente scelto di non uscire con scatole grandi.
Scelta molto saggia, che seguiro' senz' altro l' anno prossimo se esco con qualcosa di nuovo.
Belle, bellissime le sere in compagnia: mi e' piaciuta assai quella con i "ragazzi "della Faro, con l' autore di Madam X che ha "fatto apparire" in ristorante il suo gioco e che mi ha spiegato "a lume di candela" con Vigiak e "i fratelli Faro", persone simpaticissime e molto alla mano. Le avevo incrociate a Omegna alla con del buon Adorna e sono passati a salutarmi allo stand, cosa che mi ha fatto molto piacere. Da li' la serata tutti insieme, la riparazione con i "Fari" della macchina della "Faro" che illuminavano la macchina di Vigiak che abbiamo "riparato" tutti insieme in quello "spirito ludico di aggregazione" che unisce chi si ritrova in posti lontani grazie al gioco. Quello di cui parlava su IHG NemoNemon, Ivan da Torino, (FuturoInfinito sulla Tana), che anche lui e' passato per una piacevole chiaccherata. Altri torinesi il Federico Faenza che ora distribuisce per l' Italia la seconda edizione di PeaceBowl con la sua KDS e Pippo del CGE di Torino che cui abbiamo disquisito tra una birra e l' altra e "le patate di Zucchini":) sui vari giochi di Essen alla cena della terza sera dove c'era davvero una bella selezione di giocatori con il Sil che faceva da mattatore:)

John Howe in visita allo stand degli Angelo Porazzi Games, uno dei momenti indimenticabili di LuccaGames 2004.

Dave Who con il suo Stones per la prima volta a Lucca, spiega la sua autoproduzioen a Brizio, responsabile di Indipendence Bay.

Una foto con antichi campioni di Warangel: Pid, Niga e Ands di Bergamo. All' apparenza fuori di testa i ragazzi son stati protagonisti di storici tornei a VerCon e a ModCon; il Niga vinse addiritura contro il grande Maestro Re Sargon.

C1P8!!! Proprio lui!!! direttamente dallo stand dei fans di Star Wars di fianco a quello degli Angelo Porazzi Games!!!:) Accanto me il figlio di Enrico, lo stampatore di Warangel, PeaceBowl, molti giochi Nexus (X-bugs e Wings of War ad esempio), GamesBuster, Camelot, uno degli stampatori piu' pecislizzati nella stampa di giochi in Italia:)

Obert Wallower felice come un bimbo, si piazza secondo dietro ad Alex Zucchini per il concorso del gioco inedito. Complimenti ed auguroni a questi due "giovani" autori, sebbene tutti papa' come me, ci si diverte come pargoli:)

Potrei fare un elenco veloce ma sicuramente dimentico qualcuno: Il Goblin, Manu, Favar e Sil della Tana, Rich e Noctua che con i suoi Eventi Ludici e Anagrafe IHG  ha realizzato strumenti utilissimi per tutti, Ale K e i suoi Peli:), Wizards con il suo MegaClix:), Chiarvesio e Del Pizzo, Piermaria di HoVistoCose che mi ha procurato l' intercettore di UFO belisssimo:), Nicola di BB-Italerei che mi ha omaggiato delle stupende scatole di Cavalleria Macedone e Carro Falcato Persiano, (dopo il diorama di Crociati e Saraceni ne dipingero' un' altro con questi soldatini, piccole vere opere d' arte) Torriani, Ugoslave e Gabbi di Gioconomicon:), Rossi, Cioni e i moke up definitivi di Shark Park e Daymo (voglio, voglio!):) Michele e famiglia da Jesi, Magilla e chissa' quanti altri Warangeli di Ancona, Pisa, Napoli, e da ogni parte d' Italia che sono venuti a trovarmi con enorme piacere. Riassumendo un' altra bella Lucca, piena di gente, meglio organizzata, piu' che piacevole.

29, 30, 31 ottobre - 1 novembre LUCCAGAMES 04

http://www.luccacomicsandgames.com/04/games/ibay/warangel.asp

E brava LuccaGames04, decisamente meglio della scorsa edizione.
L' idea della prevendita biglietti e' stata vincente: sui 4 giorni di fiera in cui insieme e Sargon e DaveWho arrivavamo all' orario di apertura, mai visti i "codoni da stadio stile girone dantesco" tipici delle scorse edizioni.
La zona occupata quest' anno dai Comics era quella del vecchio parcheggio: per noi espositori col pass macchina nessun problema a parcheggiare di fronte alla fiera, ottimo; qualche problema per i giocatori che arrivavano in macchina e che abbiamo visto parcheggiare nei posti piu' incredibili per poi farsi bei pezzi a piedi, zaino da geek in spalla, per accedere alle tensostrutture di LuccaGames.
La zona Indipendence Bay, dove sono da 4 anni, era organizzata piuttosto bene dal solito efficentissimo Brizio che con calma riesce sempre a conciliare le esigenze di tutti. Buona anche la disponibilita' di tavoli di fronte alla nostra zona, sempre pieni ma mai sovraffollati come gli scorsi anni.
Rivisti i soliti vecchi come quelli di Anonima GDR che da anni condividono con me quella parte dei Lucca, i ragazzi di Genova senza il loro capo Marco Lombardi ma comunque efficientissimi a dimostrare il loro gioco, conosciuto molto meglio il Paolo Vallerga autore delle Saghe di Conquest (BoS l' anno dopo Warangel) che quest' anno propone MillenaRocca, totalmente autoprodotto. Grande battesimo di Lucca per DaveWho con il suo Stones che ha interessato moltissimi giocatori e giocatrici (vecchia lenza) e ha avuto un ottimo successo per esser un prodotto che non ha nessun "supporto pubblicitario da casa editrice". Bravo Dave, sono contentissimo per te:)
Complimenti ad Alex Zucchini, compagno di avventura ad Essen, per il suo miglior gioco inedito e a Wallower per la sua seconda posizione in questo concorso che mette alla prova l' inventiva dei giovani autori italici.
Scontato e strameritato il Best of Show come Miglior Gioco Italiano
2004 a La Guerra dell' Anello di ben tre autori italiani, Di Meglio, Maggi, Nepitello. Brava Nexus tutta. E bellissimo anche un altro prodotto Nexus che secondo me si fara' sentire: Pirates of Spanish Main, gioco leggero ma bellissimo da vedere con navi che si staccano da cartine fustellate e si montano come piccoli capolaviori 3D.
Altro best seller della fiera l' espansione di Dungeon and Dragons della Hasbro: degno complemento del gioco base, ottimo per i vecchi amanti di Hertoquest. Moltissimi dei giocatori che arrivavano ai miei tavoli gia' lo avevano acquistato, altri mi chiedevano se fosse uscito.
Basito dall' organizzasione della Tesla che secondo me fara' un enorme salto di qualita' con il gioco di carte del Wrestling Smack Down , gioco che mi ha portato a vedere l' autore ed amico di Genova Livio Bolognesi.
Il giorno dopo sono andato a visitare lo stand Tesla e il proprietario, gentilissimo, mi ha omaggiato di varie bustine e spiegato il lavoro di diritti di imagine, cartotecnico e di supporto che avra' questo gioco.
Posso solo dire che il martedi', tornato a Milano, a prendere le bimbe fuori da scuola, ho visto i ragazzini passati dalle carte di Yugio' a queste con gli eroi del Wrestling, realizzate molto bene davvero, con scatti eccellenti e grafica di alto livello.
Il gioco ha entusiasmato anche il nostro DaveWho che ce lo spieghera' al piu' presto, magari gia' giovedi' alla ludoteca La Citta' del gioco che ormai e' un appuntamento per menti ludiche davvero notevole.
Venuto anche il proprietario di Tempus Fuguit a darmi da recensire l' Oltremare di Ornella che era ad Essen ma che qui a Lucca non ho visto: peccato perche' lunedi' c' e' stato un bell' incontro sull' autoproduzione in sala conferenze presentato e gestito dal Brizio che ha visto sul palco diversi rappresentanti italici tra cui ricordo Dimensioni e Venetia Obscura per i GdR, Lastri di Anonima, il WarAngelo e Vallerga per i GdT.
Da che esiste a Lucca Indipendence Bay, le giurie hanno premiato molte volte delle autoproduzioni come Miglior Gioco Italiano con il Best of Show o comunque giochi di giovanissime case editrici: 2000 Warangel, 2001 Le Saghe di Conquest di Vallerga, 2002 Bang di Sciarra, 2003 Sine Requiem GdR di Rose and Poison, 2004 La Guerra dell' Anello Nexus.
Sono davvero contento di aver dato questo "primo impulso" al primo anno di Indipendence Bay all' autoproduzione in Italia che si sta confermando buonisima alternativa alle pubblicazioni di grandi case editrici.
La conferma e' veder autoprodotti ormai datati che continuano a vendere edizione dopo edizione, insieme a giochi di cui gli "autori primari" sono personaggi come Tolkien.
Chicca per me di questa edizione: John Howe, illustratore di una miriade di tavole fantasy per giochi di tutto il mondo, (tra cui la copertina della Guerra dell' anello Nexus appunto) che e' passato ai miei tavoli a complimentarsi per le illustrazioni e i risultati di Warangel: ha preso in mano e rigirato la scatola di PeaceBowl piu' volte, gustandosi il disegno di copertina ricchissimo di personaggi.
Fantastico Vallerga che lo ha inseguito come un bimbo che vede Babbo Natale per la firma dietro la sua copertina di Milelnarocca disegnata da Toppi, maestro del fumetto italiano.
Piu' che a Toppi, (di cui rimango estasiato per le tavole di pellerossa che vidi realizzate a matita a una mostra, sembravano foto), mi sento di complimentarmi per le eccellenti illustrazioni delle stanze di MillenaRocca realizzate dallo stesso Vallerga che come me si diverte a realizzare i suoi giochi dal regolamento, alle illustrazioni al supporto sul campo.
La qualita' non e' inferiore per tecnica e dettagli alle stanze di Heroquest che reputo  realizzazioni artistiche di altissimo gusto ludico e resa visiva.

Giochi provati a Lucca 2004 a casa di Sargon, nelle varie serate: Urland: per me n1 di questa sessione di giochi, semplicissimo da spiegare, originale nelle meccaniche, memoria, niente dadi, belle illustrazioni, ottimo gioco.
HellGame: stupenda ambientazione, un tabellone dalla grafica interessantissima ma su carta leggera, grande l' idea di personficare Demoni con caratteristiche diverse che scendono sulla Terra a catturare anime ma devono vedersela con Uriel:)
Il Mistero dell' Abazzia: uno dei tabelloni meglio illustrati che conosca, stesso livello di cura e grafica delle mappe di Formula De. La parte in cui dovevamo chiedere gli indizi con canti gregoriani e' stata da lacrime.
Oltremare: bella autoproduzione di Ornella, meccaniche tipicamente tedesche. L' idea di base mi ricorda Bhonanza ma ha interessanti idee aggiunte sulle carte.


Personaggi e IHGers rivisti in fiera tantissimi: mi ha fatto piacere il saluto e la chiaccherata con  Corbelli della Da Vinci che mi a gentilmente omaggiato di Moby Pick per le bimbe e Dancing Dice, mi sarebbe piaciuto vedere l' Oriente di LucaKunz che giocammo otre un anno fa a AcqiComics e il gioco i carte di Wallower che reputo entrambi molto interessanti come idea ma purtroppo non erano pronti, spero di poterli gavere al piu' presto firmati dagli autori, simpaticissimi amici:)
Contento per i tanti Fantavir, Dave, Dioda', Bendia con il suo stand Territori della Fenice ai quali ho indicato Lucca come ottimo luogo per conoscere e farsi conoscere e che hanno partecipato alla fiera per la prima volta.
Contentissimo per la serieta' dimostrata ancora una volta da Federico di KDS che ha preso in distribuzione la seconda edizione di PeaceBowl, esaurita con Essen la prima e a Lucca gia' disponibile con la seconda.
Come ad Essen tutte le basette in legno di Warangel sono letteralmente volate via, idem le mappe, idem le scatole base, idem le espansioni della 10a Generazione che ero riuscito a portare, idem il PeaceBowlSix che ora e' in possesso di qualche giocatore in piu':)

Giochi Sforzeschi 04: la manifestazione milanese promuove e ospita l' AREA AUTOPRODUZIONE coordinata da Angelo Porazzi, grazie:)!. Tra itavoli gentilmente messi a disposizione, un gruppo di IHGers attorno al tavolo di PeaceBowl e del nuovo Italika, il prototipo di Corrado Dioda'. Da sinistra: Cosimo Cardellicchio, Corrado, Luca Borsa in primo piano, DaveWho, Cerrato, WarAngelo, Mathias, Giorgia di EventiLudici e Riccardo Sansano.

Matias Michelan illustra il suo Kanchis Arena a un gruppo di giocatori sullo stesso tavolo di MillenaRocca il gioco autoprodotto e illustato da Paolo Vallerga.

Il gioco in busta Kanchis Arena che ho avuto il piacere di illustrare, ha guerrieri in cartoncino che possono stare in piedi con un fronte e un retro ben riconoscibili, (quello deve esser chiaro nell' assestare i colpi nell' Arena). Ma nulla vieta di giocare questo gioco autoprodotto usando miniature 3D di altri giochi: in questa demo apparecchiata da Mathias, riconosco di schiena un Barbaro di Warhammer e un Fimir di Heroquest.

Angelo e Corrado mostrano una scatola di Ringo, un gioco che e' stata una vera "illuminazione" per Corrado;)

I tanti giochi astratti e non solo portati da Roberto Saranga e Luca Cerrato che animavano il tavolo del Progetto Abstracta, Alessia approfitta delle gentili spiegazioni:)

Ecco le foto spedite dal gentile Cosimo Cardellicchio, autore del libro Giocatori non biologioci in azione un altro esempio di autoproduzione che da Bari ci ha raggiunto sin qui, insieme a Morsac di spalle e al Gianni Cottogni con la maglia dell' ultima ModCon

Bello scatto di Cosimo dove si vede il chiostro del Palazzo delle Stelline, e sullo stesso tavolo Cage of Stones e il suo autore Andrea dell' Asta, il primo a sinistra, insieme a Kanchis Arena

Insieme a Marconte, altro prode IHGer, e Graziano Capponago, ex rugbista ora giornalista per Rai 3, sul campo di PeaceBowl: visibile sia il campo quadrato nella scatola base sia quello esagonale di PeaceBowlSix, l' espansione per 6 gioctaori.

Insieme a Matias ed Alessia viene a trovarci Maurizio Tarrano, l' autore di MadamX, il gioco della Faro, ditta italiana che mi venne a incontrare a Essen e che ho rivisto con piacere ai Giochi Sforzeschi con un bel torneo del loro gioco.

Conrad from USA in un' epica partita a Warangel Fantasmi vs Sauri. I suoi T-Rex si sono divertiti a stompare non pochi Scheletrini che pero' alla fine hanno la meglio sugli Pteranodonti a stelle e strisce:)

La famiglia Saranga al completo: Alba, Roberto e Damiano, la sera in pizzeria, perfetto esempio di famiglia ludens. Notate lo sguardo allucinato di Roberto, tipico del 40enne con famiglia a carico che stoicamente continua a promuovere il gioco in Italia, divertendosi pure:) Un vero "Eroe":)

Per chi e' in zona Milano, ogni giovedi' sera siamo alla ludoteca La Citta' del Gioco dei grandi Luigi Iorno e Aldo Spinelli a dimostrare, conoscere e far conoscere.
Ciao! Angelo - Per ogni informazione
anporaz@tin.it

4, 5, 6, 7,8 dicembre GIOCHI SFORZESCHI 04 Milano

AREA AUTOPRODUZIONE ai GIOCHI SFORZESCHI 2004

Gionata Soletti, organizzatore dei Giochi Sforzeschi e Luca Poli,
coordinatore di Fantasika, mettono a disposizione degli autori e dei giochi interessati l' AREA AUTOPRODUZIONE all' interno dei GIOCHI SFORZESCHI 2004.
L' iniziativa e' stata proposta e verra' coordinata "sul campo" da Angelo Porazzi, ospite della manifestazione da anni con i suoi giochi autoprodotti, che sono stati apripista di una nuova tendenza, ottima via per sperimentare in prima persona la realizzazione di Giochi da Tavolo.
L' Area Autoproduzione sara' collocata vicino ai tavoli degli "AngeloPorazzi Games" Warangel e PeaceBowl, lungo i corridoi piano terra del Palazzo delle Stelline.
Un grazie particolare alla ludoteca La Citta' del Gioco di Luigi Iorno e Aldo Spinelli che ogni giovedi' sera ospita Angelo e molti di questi
prototipi che vengono playtestati piu' volte prima di essere autoprodotti dagli stessi autori.
Un esempio che ha seguito questa procedura di realizzazione e' stato PeaceBowl, ora giunto alla seconda edizione, presa in distribuzione da KDS.
L' "Area Autoproduzione" e' un' ottimo punto d' incontro e riferimento in molte fiere e convention ludiche, sperimentata con successo per conoscere e far conoscere giochi e persone in modo diretto e costruttivo.
Gli autori ed i giochi che hanno gia' mostrato interesse a partecipare all' Area Autoproduzione dei Giochi Sforzeschi 2004 sono: -Paolo Vallerga con il suo MILLENAROCCA, realizzato e illustrato dallo stesso autore -Dave Who con STONES, grande successo all' ultima Lucca Games -Corrado Dioda' con ITALIKA eccellente prototipo ormai pronto per la stampa -Matias Michelan con KANCHIS ARENA autore argentino ricco di idee e ottimi
prototipi

Per coordinare la dimostrazione dei vari giochi autoprodotti durante i giorni di Giochi Sforzeschi contattate Angelo Porazzi sul sito
www.warangel.it
Per gli altri eventi della manifestazione

www.fantasika.it
www.giochisforzeschi.it

GIOCHI SFORZESCHI 2004 WARANGELO REPORT
Diario di viaggio di una 5 giorni di gioco.
Sabato 4 dicembre si parte con Saranga (Alba Roberto su IHG) e il suo taxi che che agile si destreggia per le vie del centro milanese fino in Corso Magenta, di fianco a S.Maria delle Grazie (la chiesa che ospita il dipinto del Cenacolo di Leonardo Da Vinci). Ecco spiegato perche' il pass dei Giochi Sforzeschi 04 riporta l' immagine del Genio Italico.
Il Palazzo delle Stelline che da credo 4 edizioni ospita i Giochi Sforzeschi (partiti anni fa nel Castello Sforzesco stesso), cosi' si chiama perche' le "stelline" erano i piccoli orfani di guerra milanesi che venivano ricoverati in questo edificio. Ora il Palazzo delle Stelline e' un Hotel, molto bello con grande chiostro centrale, corridoi larghissimi che corrono lungo tutto il chiostro e stanzoni che si aprono sui corridoi.
Cosi' giusto per darvi un' idea della location che e' assai diversa
dall' ambito fieristico di LuccaGames (tensostrutture) o la polisportiva Sacca di Modena che da anni ci ospita nelle varie edizioni di ModCon o il gigantesco polo fieristico molto industriale che da' vita alla fiera di Essen.
Arriviamo e prendiamo posto nei tavoloni dedicati all' Area Autoproduzione che quest' anno per la prima volta in via ufficiale e' stata presentata nel programma stesso dei Giochi Sforzeschi come punto di incontro per gli autori che vogliono sperimentare questa via all' ambiente ludico.
Sono molto contento di essere stato il promotore di questa Area che in realta' gia' esisteva in via non ufficiale intorno ai miei tavoli da che giro per fiere: da tempo ci si trovava per mostrare prototipi, playtestarli inieme, usando le fiere o le Con come momento di aggregazione e confronto. Quest' anno avevamo una bella zona dedicata che ha visto il sempreverde WARANGEL calamitare intorno a se le autoproduzioni piu' recenti come PEACEBOWL che e' sempre farina del mio sacco ma soprattutto le
proposte di nuovi autori che hanno portato interessantissimi giochi, alcuni praticamente pronti per esser prodotti in via professionale.
Parto dal KANCHIS ARENA di Matias Michelan, autore argentino che da qualche tempo ci raggiunge alla ludoteca La Citta' del Gioco per proporci le sue idee come un vero vulcano creativo.
Tutti gli amici che partecipano a questi gruppi di incontro e di sviluppo, hanno indicato, me compreso, Kanchis Arena come il piu' adatto ad esser sviluppato tra le sue idee, per tanti motivi.
Matias mi ha affidato le illustrazioni del gioco al quale ho dato una
riscrittura delle regole che prima erano nell' italiano comprensibile
ma non corretto di Matias. Il risultato e' (per ora) un gioco in busta che e' possibile prendere  e giocare e che ha avuto un buonissimo successo durante i giorni della fiera, almeno quelli in cui Matias e' riuscito a partecipare.
La durata infatti di 5 giorni non ha permesso a tutti di essere presenti sempre: la presenza dell' Area ha dato la possibilita' di avere un "Punto Fisso" che e' servito per tutti i giorni della manifestazione come zona di incontro di autori, IHGers e amici.
"Sei un Baluardo" o "l' instancabile Porazzi" sono i commenti con cui
mi sono sentito salutare da amici che mio hanno visto li' sempre, per tutta la durata dei Giochi Sforzeschi: ringrazio Dave Who e il suo STONES (grande successo a LuccaGames), per avermi sostituito la mattina di mercoledi'.
Altri autori partecipanti con i loro prototipi ad altissimo livello, Andrea dell' Asta (javest su IHG) con il suo CAGE OF STONES di cui abbiamo una bella foto dove si vedono sia il suo gioco sia Kanchis Arena "apparecchiati" e immortalati sulla digitale di Saranga. Appena arrivano gli scatti li pubblico sul sito, aspetto anche quelli di Cosimo Cardellicchio, grande persona amica che con il suo libro GIOCATORI NON BIOLOGICI IN AZIONE e' stato molto spesso con noi, anche perche', come ci ha spiegato, il suo libro e' di fatto un' autoproduzione:) MILLENAROCCA creato e illustrato da Paolo Vallerga di Torino, che gia' ho descritto ed elogiato nel report di Lucca:
Altro gioco presentato e giocato, l' ITALIKA di Corrado Dioda' un prototipo che sembra stampato tanto e' curato e ben realizzato. Partitone a cui partecipo' anche la nostra Noctua Giorgia Pandolfo, indaffaratissima a comunicare ovunque e giustamente il suo EVENTI LUDICI che insieme con l' ANAGRAFE di IHG sono i due strumenti sulla rete che sognavvo quando entrai in questo mondo qualche annetto fa.
Fare l' elenco di tutte le persone che hanno giocato, partecipato, salutato, chiaccherato e' davvero lunghissimo, segnalo gli amici che piu' mi hanno colpito in questa 5 giorni di gioco.
Devo partire con Marco Donadoni, autore del mitico ZARGO'S LORDS che per la prima volta in tanti anni che giro per fiere si e' fermato a "giocare" ai nostri tavoli.
Marco e' persona gentilissima e che sempre saluta, le sue parole sono buona parte dell' energia che mi fa andare avanti, ma raramente si ferma a giocare: la sua partita a PeaceBowl dove a scelto di essere la coniglietta in giarrettiera rosa (quella sulla carta Jolly per intenderci, col carotone) passera' alla storia.
Dovevamo avere una telecamera: mai visto marco cosi' "fuori di testa" che quando giocava le carte Picchia! diceva alla vittima di turno "ti graffio tutto!" con vocina da Jessica Rabbit isterica...  Da piangere dal ridere, storia del ludo.
Poi mi ha fatto davvero piacere il gesto fraterno di Davide ha organizzato il torneo di DIPLOMACY e a fine torneo ha indirizzato ai nostri tavoli i suoi partecipanti esteri , tedeschi e americani, che hanno molto apprezzato le copie di PeaceBowl con traduzione nelle loro lingue. Anche il David con i calzoncini corti (chi partecipa ai GS non puo' non notarlo) si e' presa la sua copia souvenir dopo una lunga interessante chiaccherata. Poi bello il torneo di MADAMX dove ho rivisto tutta la ditta Faro che cosi' gentilmente mi era venuta a trovare e conoscere a Essen, supportati da Aldo Spinelli, Enrico e Carmen de La Citta' del Gioco. E bello anche il torneo di SCACCHI VULCANIANI dove il nostro Saranga si e' piazzato 2o mentre Alba la sua simpatica moglie ludica si e' dedicata ai tornei di BACKGAMMON dell' inarrestabile Fornasir. Divertentissime le partite a PeaceBowl con Graziano Capponago di Rai3 che da ex rugbista e' rimasto "illuminato" dal gioco con le carte Rissa!:)
La cosa che piu' mi fa sempre piacere e' quella dimensione di unione amichevole e fraterna che si respira stando intorno a questi tavoli di Autoproduzione, ricordo il Paolo Mori con il suo nuovo sito per INVENTORI DI GIOCHI, Paperoga che da anni partecipa ai GS con le sue pedine in legno decorate ad arte, Richard che nonstante il lavoro e' riuscito comunque a partecipare, Luca Cerrato che insieme a Saranga promuoveva il progetto ABSTRACTA spiegando i giochi astratti a tantissime persone, Riccardo Sansano, sempre presente e collaborativo a spiegare Warangel anche ai giocatori piu' giovani, ricordo Salkaner che promuoveva la sua prossima manifestazione a Gorla, Spartaco, Zucca e il nuovo dimostratore della Kidult che ha spiegato DRUIDS e PALADIN a me e alle mie bimbe, le quali hanno saccheggiato lo stand Nexus per le navi di PIRATES of the Spanish Main e i Centauri di MAGE KNIGHT, credo che ricordare tutti sia praticamente e umanamente impossibile.
Una nota che mi ha colpito: vedo un giovanotto interessatissimo alle nuove espansioni di Warangel che si prende senza pensarci un secondo l' 8a, la 9a e la 10a Generazione.
Mi dice: sono quel bambino che anni fa prese col suo papa', qui a Milano a un Immaginaria ancora al Palalido, la prima edizione di Warangel, ancora prima dell' edizione in scatola del 2000...  Ora quel bambino e', come scritto, un giovanotto, alto quasi come me.
Quanto tempo e' passato dai primi passi mossi in questo settore e
quanti giocatori: dai primi Zargosiani piu' o meno della mia eta', alle nuove generazioni, i nostri figli per i quarantenni come me, che ora si affacciano e conoscono i nostri nuovi giochi da tavolo.
Devo dire che per un "vecchietto" della mia eta' e' davvero una bella
emozione.
Se Marco Donadoni tanti anni fa non avesse iniziato a "provare a
cambiare" seguito poi da Angelo e poi da tanti altri, forse avremmo ancora sugli scaffali i soliti due o tre giochi che per anni sono stati gli unici ad esser conosciuti dagli italiani. Molti ancora credono che esistano solo quelli, ma quando entrano in una Giochi Sforzeschi e vedono e conoscono e giocano il GO, COLONI, o anche giochi da tavolo piu' semplici, scoprono un mondo cosi' bello, vasto e vario che sicuramente offre qualcosa di adatto anche ai loro gusti.
Far parte di questa squadra di pionieri e' una bella emozione, adesso siete in tanti e avete internet dalla vostra, io e Marco all' inizio davvero non l' avevamo:)
Usate bene questa enorme fonte di conoscenza e contatti perche' da fare c' e' ancora molto ma un bel pezzo di strada l' abbiamo spianato:)
Divertitevi e Buone Feste, ormai ci siamo: giochiam, giochiam, giochiamo:) Buon 2005!
Ciao Angelo